Aspettando Street Food

Aspettando Street Food

Dimmi come mangi per strada e ti farò un progetto

_MOR6369_MOR6359_MOR6324

_MOR6439_MOR6477_MOR6420

 

Come si concilia il senso di frenesia che caratterizza l’epoca attuale con il bisogno in un ritorno alla “convivialità”? Nascono nuovi modelli in luoghi diversi da quelli tradizionali: si mangia, ad esempio, sempre più spesso per strada. Il fine di questo lavoro è stato quello di proporre un concept innovativo che indirizzi verso lo sviluppo di nuove soluzioni per le persone che cercano nuovi spazi di consumo. L’idea parte dal presuposto del tempo concepito come variabile fondamentale, in un periodo storico che deve, per necessità, rimettere al centro i rapporti umani e le relazioni tra individui.

Progetti che invitano a coltivare, preparare e mangiare in strada, generando nuove forme di socialità urbana. Mangiare  è una necessità, ma spesso è anche un piacere, e mangiare per strada è una piacevole abitudine che si perde nella notte dei tempi. In ogni cultura e in ogni luogo si può trovare un posto dove vendono cibo da strada.
Condividere il cibo è universalmente riconosciuto come uno dei modi fondamentali con cui si  possono promuovere, stabiliremantenere rapporti interpersonali; ma velocità e barriere spazio temporali riducono sempre più le opportunità di ritrovo attorno alla tavola”

comunicato stampa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.