Libera accademia di belle arti

ORGANIGRAMMA

Libera Accademia di Belle Arti

ORGANIGRAMMA

Mauro Manetti (Presiede il Consiglio)
Domenico Cafasso
Massimiliano Lisi
Marco Paoli
Cristina Cacioli
Maurizio Di Lella
Angelo Minisci
Fabio Cresci
Francesco Armato
Luca Macchi
Tannaz Lahiji
Matteo Coppola (Allievo)
Anna Elena Zavatta (Allieva)

Carlo Nigi (Presidente)
Mauro Manetti (Direttore)
Domenico Cafasso (Vice – Direttore)
Silvia Consorti (Resp. Amministrativa)
Andrea Reina (Allievo)

Design: Angelo Minisci
Fotografia: Massimiliano Lisi
Fashion Design: Cristina Cacioli
Graphic Design: Maurizio Di Lella
Pittura: Fabio Cresci

Serena Bedini
Luciano Lazzeri
Moreno Bonechi

Mauro Manetti (Presiede il comitato)
Angelo Minisci
Fabio Cresci
Maurizio Di Lella
Cristina Cacioli
Lorenzo Giotti
Frank Dituri
Amelio D’Onofrio

Mauro Manetti (Presiede il comitato)
Luciano Lazzeri (Vice presidente)
Walter Liva
Paolo Tosti
Stefano Sardelli
Alfredo Esposito

Daniele Cecchi

Alket Ndoj

Laura Bandinelli
Debora Cadalora
Trifon Kukli

Rosario Di Leo
Luca Terzo
Lorenzo Vacca
Iryna Karteseva
Giorgia Spina

Libera accademia di belle arti

DOCENTI

Libera Accademia di Belle Arti

DOCENTI

Massimo Agus, architetto di formazione, è fotografo, curatore, docente di fotografia. Come fotografo si è dedicato alla fotografia di scena e di spettacolo, pubblicando in Italia e all’estero, in testi e cataloghi relativi allo spettacolo. Fotografo ufficiale del festival di teatro Mercantia e del Balletto di Toscana. Ha tenuto mostre personali in Italia e all’estero.

Ha fondato il Centro per la Fotografia dello Spettacolo di San Miniato, e il festival Occhi di Scena, e dal 2008 al 2011 ha diretto il festival CiternaFotografia.

Da docente ha insegnato Storia e Tecnica della Fotografia all’Università di Siena (ad Arezzo); Fotografia di architettura alla New York University in Firenze, e ora insegna presso la LABA, lo Studio Marangoni. Partecipa a Festival di fotografia in qualità di lettore di portfolio. Le sue ricerche sono indirizzate sui legami tra fotografia e arti performative. Ha curato il volume Fotografia e Teatralità, editore Titivillus. Collabora con le riviste ArtApp e FotoIt.

Leonardo Andreoni – Biografia Nasce il 3 febbraio 1975 in Provincia di Pisa. Consegue il diploma di Maestro d’Arte presso l’Istituto Statale d’Arte – F. Russoli.
Gli anni degli studi presso la Facoltà di Architettura di Firenze portano ad importanti incontri che decretano il definitivo innamoramento per la fotografia.
Tra questi il Prof. Paolo Brandinelli e Alessio Bernacchi con il quale darà origine ad un sodalizio culminato nel 2009 con la fondazione di A&B Photodesign. Si afferma specializzandosi in fotografia di nautica.
Nel 2007 l’incontro con Marc Paris consolida la presenza e l’autorevolezza del lavoro in ambito nautico a livello europeo.
Come libero professionista può vantare collaborazioni con testate internazionali del settore nautico nonché editori extra settore vantando una clientela di livello internazionale.
Dal 2004 al 2008 è stato docente di fotografia presso la Facoltà di Architettura di Firenze mentre dal 2004 ad oggi presso la Libera Accademia di Belle Arti di Firenze.

Francesco Arena è architetto, docente di grafica 3d alla Laba di Firenze, Istruttore Certificato di Blender https://www.blendernetwork.org/francesco-arena e Maxon Certified per Cinema 4D. Dal 1999 si occupa di tematiche legate al mondo dell’architettura, del design, della grafica della stampa 3d e dal 2010, attraverso il sito Cgtutor.it si occupa della formazione legata alla grafica 2d e 3d. Con la Segnodisegno (http://www.segnodisegno.net/) si occupa di servizi legati all’architettura, al design e all’editoria attraverso il marchio Inedito. Con il gruppo Libera Informatica (http://www.liberainformatica.it/) si occupa della diffusione del Software Libero. Riveste inoltre il ruolo di freelance & education consultant per 3d Store Sharebot di Firenze (http://www.firenze.sharebot.it/) occupandosi di specifici corsi di grafica 3d e stampa 3d.

Francesco Armato, architetto, PhD, professore di design presso la LABA di Firenze.

Visiting professor presso la Jiangsu College of Tecnology Enginnering, University of Nantong e  la Suzhou Art & Design Techology Institute, Cina.

L’attività di ricerca è indirizzata sulle relazioni che coesistono tra Product Design e Interior In and Outdoor Design.

In questo ambito di ricerca ha scritto più di 30 articoli e saggi sia a carattere scientifico che divulgativo, più cinque monografie: “Ascoltare i Luoghi”, 2007, Alinea Editrice – “Design per la città, Il progetto degli spazi esterni”, 2016, Navarra Editore – “Pocket Park, una stanza a cielo aperto”, 2017, Navarra Editore – “Album disegni e progetti”, 2018,  FA Editore Firenze – “In/Out, Interior Design,esercizi di progetto”, 2019, DIDApress, Firenze.

Molti dei suoi lavori prendono parte a diverse mostre e eventi: Refuse Arango Design Fondation of Miami – Ri-usi Triennale di Milano – The International Design Yearbook, Londra a cura di Jean Nouvel.

Laureata in Ingegneria Tessile presso l’Institut Textile et Chimique di Lione, Francia, ha lavorato come ingegnere in ricerca e sviluppo di trattamenti e tinture fantasia. Per diversificare le sue competenze si forma in modellistica e sartoria su misura e continua le proprie ricerche sperimentali in materia di tinture naturali e manipolazione del tessuto. Dal 2014 insegna scienze dei materiali e tecnologie tessili presso vari istituti italiani ed internazionali di Firenze.

Rimini (1973), vive e lavora a Firenze, dove si laurea in Architettura con il massimo dei voti sotto la guida del Prof. Gian Carlo Leoncilli Massi.

Inizia la sua attività professionale collaborando presso alcuni studi di architettura e ingegneria, per i quali si occupa di progettazione architettonica e design di interni. Dal 2005 al 2007 svolge attività di architetto presso l’area tecnica di A. Menarini Industrie Farmaceutiche Riunite Srl sede di Firenze, lavorando a stretto contatto con professionisti nelle diverse aree, ditte qualificate e prestigiose aziende per lo sviluppo di progetti di natura industriale e “contract”, ma anche interventi di riqualificazione e ristrutturazione di immobili di pregio. Dal 2007 si occupa di progettazione architettonica e design come libero professionista.

Nel 2011 fonda, insieme a due soci, lo studio di progettazione Artliving Solution srl di cui oggi è amministratore delegato.

All’interno del gruppo si occupa di progettazione e direzione lavori, avvalendosi di una esperta equipe di collaboratori nonché ditte e artigiani qualificati. Il progetto nella sua veste più tecnica e costruttiva, da sempre lo affascina, per questo cura in modo specifico tutti gli aspetti realizzativi a stretto contatto con il cantiere.

La passione per il progetto del prodotto lo porta a concentrarsi su questo settore attraverso la collaborazione con colleghi architetti e designer.

E’ anche consulente per l’azienda LGZ Linoleum Gomma Zanaga per la quale si occupa di progettazione e design.

Appassionato cultore della materia di composizione architettonica presso l’Ateneo Fiorentino, sotto la guida del Prof. Arch. Gian Carlo Leoncilli Massi, collabora prima e dopo la laurea, con un gruppo di architetti all’interno del corso accademico, allo scopo di supportare lo studente lungo il percorso di ricerca di progetto.

Oggi non rinuncia alla passione per l’insegnamento e dal 2008 svolge attività

di docente presso la L.A.B.A. (Libera Accademia di Belle Arti) di Firenze, è titolare dei corsi di Tecnologia dei nuovi Materiali, Architettura degli interni ed Eco Design

Filippo Bardazzi (Prato, 1987) è giornalista e fotografo, parte del collettivo di fotografia documentaria SooS Chronicles. Al centro dei suoi lavori è il rapporto tra uomo e ambiente, con un interesse specifico verso i cambiamenti che coinvolgono passato e presente. Le sue immagini sono apparse su riviste italiane e internazionali (D – La Repubblica, Gente, La Stampa, Newsweek,Financial Times, Courrier International) e hanno ottenuto premi e riconoscimenti in numerosi festival in Italia e all’estero (Premio Pesaresi, Rovinj Photodays, Atkins CIWEM – London, Photo Kathmandu, Riga Photomonth, Athens Photo Festival, Verzasca Foto Festival). Parallelamente all’attività editoriale è docente di Documentazione Fotografica alla Libera Accademia di Belle Arti di Firenze e insegnante di fotografia analogica e camera oscura per diverse realtà pubbliche e private. Nel 2016 è tra i soci fondatori dell’associazione culturale Sedici.

Rodolfo Bargelli, laureato in Storia dell’Arte, è docente di discipline artistiche. Studia le relazioni tra Arte e Moda come parte di Storia del Costume; ha insegnato Storia dell’Arte e delle Tecniche Artistiche, Storia del Disegno, Estetica, Percezione Visiva e Fashion Semiotics. Nel corso delle sue docenze a Firenze, per l’Università degli Studi, il Polimoda e la sede distaccata del FIT di New York, e nelle Marche per SCAM Training Centre di Civitanova (MC), si è specializzato in Disegno per la Mod (Techniques for Fashion Sketching, Technical Drawing and Illustration, Moodboard etc. for Apparel and Accessories Bags, Footwear and Jewelry). Nell’A.A. 2018/2019 ha insegnato History of Fashion allo IED di Milano, Stile/Storia dell’Arte e del Costume, History of Fashion, Fashion Semiotics, Branding allo IED di Firenze; Fashion Design alla L.A.B.A. e Art History, Tecniche di Disegno Accademico all’Accademia Europea, entrambe a Firenze; Fashion Illustration Advanced Course alla Royal Danish Academ of Fine Arts di Copenhagen.

Silvia Baroncelli ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Firenze, ha poi lavorato come Artist in Residence a Londra presso il British Museum. Lavora come illustratrice dal 2005, pubblica titoli con editori italiani come Giunti, Il Castoro, EL, De Agostini, Raffaello e molti altri. Collabora con editori stranieri, come l’americano Amicus publisher e il tedesco Kosmos Verlag, pubblicando serie di libri. Le sue illustrazioni hanno ricevuto premi e riconoscimenti, nel 2016 è eletta “Illustratore dell’anno”, nel concorso indetto da “La Città del sole”. È docente presso Laba (Libera Accademia di Belle Arti di Firenze), e tiene workshop di illustrazione per scuole d’arte. Incontra molto spesso i suoi lettori, organizzando laboratori creativi per bambini, in cui i partecipanti possono sperimentare tecniche ed esercizi volti a stimolare la fantasia.

Serena Bedini (Firenze, 1978) si è laureata presso l’Università degli Studi di Firenze in Filologia Moderna (2005), è docente di Scrittura creativa e Copywriting presso la LABA – Libera Accademia di Belle Arti di Firenze, scrittrice e giornalista pubblicista. Suoi interventi di critica letteraria appaiono attualmente su Qui Libri – La rivista di chi legge (La vita felice Edizioni, Milano) e Toscana Libri – Il portale della cultura toscana; in passato ha collaborato con La Rassegna della Letteratura Italiana (Edizioni Le Lettere, Firenze), il Bollettino ITALS dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e svariate altre riviste cartacee e online. È ghostwriter e webcopywriter; come blogger ha collaborato e collabora con numerosi blog di aziende e professionisti.
Dal 2009 ad oggi ha pubblicato testi di saggistica e narrativa. Maggiori informazioni sono disponibili sul suo sito: www.serenabedini.it.

Nicola Borrelli (1983), laureato alla Facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna. Nel 2005 fonda con un gruppo di amici il Lucca Film Festival, del quale è ancora il presidente. Un festival che unisce mostre, concorsi, masterclass, grandi ospiti e programmi per bambini con una particolare dimensione performativa e decine di eventi dal vivo. Fra gli ospiti si contano ad esempio Oliver Stone, David Lynch, David Cronenberg, Terry Gilliam, Alfonso Cuarón, William Friedkin, George Romero, Joe Dante, Jeremy Irons, Willem Dafoe, Rutger Haurer, Ruper Everett, Martin Freeman e Laura Morante. Fra 2011 al 2014 è stato responsabile organizzativo della compagnia di teatro danza ALDES di Roberto Castello e nel 2015 entra nel consiglio di gestione della Fondazione Paolo Cresci e nel Consiglio Scientifico del Master M.A.I., di cui è ancora membro. Dal 2009 inizia l’attività di insegnamento e dal 2018 è docente di storia del cinema e del video presso la Libera Accademia delle Arti di Firenze.

 

Leonardo Bua, laureato in architettura presso l’Università degli Studi di Firenze. In questa città vive e fonda la Bottega di Architettura e Design. Si occupa di industrial design e di architettura degli interni, residenziale e commerciale.

Nel 2002 ha tenuto una serie di conferenze presso l’UCS (Universitade de Caxias do Sul), RC in Brasile.

Dal 2005 al 2007 è professore a contratto presso l’Università degli Studi di Firenze, Facoltà di Architettura -Dipartimento di Disegno Industriale. Svolge conferenze presso il Master di Interior Design dell’Università di Firenze (DIDA).

Attualmente è docente presso la LABA (Libera Accademia di Belle Arti) di Firenze.

Ha vinto numerosi premi a concorsi nazionali ed internazionali di architettura e di industrial design.

Come designer ha collaborato per progetti di collezioni di prodotti di arredo casa, bagno ed illuminazione per diversi brand in Italia, Brasile e in Cina.

Sono un’esperta in moda, design e settori della formazione con più di 10 anni di esperienza. Ho insegnato in programmi post-diploma in scuole italiane ed internazionali. Attualmente sono coordinatrice del dipartimento di Fashion Design alla Laba. Con un background in architettura ho iniziato il mio percorso come designer di gioielli e ho proseguito esplorando altri settori dell’espressione come ricerca, FashionDesign, FineFood e formazione. Specializzata in ricerca dei trends, analisi di mercato, analisi, dei competitor e creazione dei trend con supporto di coolhunting. Rivesto un ruolo da  connettore: come parte fondamentale di ogni progetto è necessario sviluppare connessioni ed individuare le giuste risorse e abbinamenti per i progetti per raggiungere i risultati desiderati.

Il background di “contaminazione incrociata” e l’esperienza mi permettono di raggiungere una visione a 360°dell’insieme con vantaggiosi obiettivi di progetto.

Francesco Ciulli, esperto di marketing, ha operato per molti anni nella commercializzazione di apparecchi illuminanti. Pubblica, nel 2006, un volume su Feng Shui e illuminazione artificiale, dove propone una teoria per la progettazione e il design della luce; La Luce Armonica, Alinea Editrice, Firenze. Ha una continua attività di pubblicista e insegna in istituti italiani e internazionali. E’ consulente illuminotecnico per importanti studi di architettura. Nel 2013 compaiono sul mercato le prime lampade da lui progettate.

Fabio Cresci è nato il 31 dicembre 1955 a Empoli (Fi) dove vive.

Principali mostre personali:1984 Salvatore Ala, New York; 1985 Salvatore Ala, New York; 1986 Salvatore Ala, Milano; 1987 Salvatore Ala, Milano; 1991 Antonella Melari, Roma; 1992 Spazio di via Lazzaro Palazzi, Milano; 2002 Biagiotti, Firenze; 2008 Il Ponte, Firenze; 2012 Villa Pacchiani, Santa Croce sull’Arno (Pi); 2015 C2, Firenze; 2016 Lato, Prato.

Principali collettive: Anniottanta, (Imola 1985); A proposito della giovane arte italiana, (S. Paolo del  Brasile, 1985); Arte e Alchimia, XLII Biennale di Venezia, (Venezia 1986); Intercity tre, Fondazione Bevilacqua la Masa, (Venezia 1991); Aperto Italia 1995, (Trevi, Pg.); Au rendez-vous des amis: Identità e opera, Museo Pecci, (Prato, 1998); Dopopaesaggio, Castello di S. Maria Novella, (Fiano, Fi. 2000); Uscita Pistoia, (Pistoia, 2003); Dove è la città, (Firenze, 2011); Made in Filandia, (Pergine Valdarno, Ar. 2012).

Sofia Crescioli nasce e studia a Firenze dove nel 2013 si laurea come dottoressa magistrale in Design presso l’Università degli Studi di Firenze. Da sempre appassionata di design, grafica e comunicazione, nello stesso anno fonda StudioAlchemico una creative boutique che si occupa di branding, comunicazione e strategia. Negli anni successivi, segue un progetto di innovazione tecnologica rivolto a piccole realtà artigianali per Fondazione TEMA in collaborazione con MIT (massachusetts institute of technology) e, parallelamante, porta avanti la sua attività da freelance.
Dal 2019 è docente del corso di “graphic design 2” presso LABA – Firenze.

Architetto e designer. Si laurea con il massimo dei voti presso la Facoltà di Architettura di Firenze. Progetta allestimenti di mostre d’arte museale in prestigiosi musei e gallerie a livello internazionale. Suo è il progetto dei candelieri Turn me on prodotto da Alessi. Attualmente disegna gioielli per un brand americano.

Conclusi gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara svolge attività di graphic designer dal 1990. Progettista freelance esperto di grafica per l’editoria (tradizionale, web e multimediale) e comunicazione di impresa. Collabora con case editrici e agenzie di comunicazione per le quali ha realizzato progetti destinati a clienti finali come: Wind, Pfizer, Menarini, Merck Sharp & Dhome, Frecce Tricolori, Aeronautica Italiana, Avis, Federico Buccellati Orafo ed altri.  Nel campo dell’editoria collabora e sviluppa progetti per artisti contemporanei fin dal 1990 (ultimamente per Giacinto Di Pietrantonio, Base Progetti per l’arte, Lorenzo Bruni, Galleria Enrico Astuni BO, Passaggi Arte Contemporanea PI). Dal 2005 insegna Graphic Design alla Laba di Firenze. Dal 2012 insegna all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Nel 2017 ha insegnato all’Accademia di Belle Arti di Bologna. Dal 2016 conduce workshop e lezioni in licei e università in Cina su editoria e visual identity.

Cristina Di Maggio Nasce e vive a Firenze. Laureata in storia delle arti minori con una  tesi sulla storia del costume orientale presso l’Università di Firenze. Insegna  da più di 20 anni , storia del costume e della moda, storia del tessuto, tecniche di tintura e stampa e storia del tatuaggio. Ho insegnato costume e moda presso Università di Firenze, Polimoda, accademia delle belle arti di Firenze,  Ied Firenze e Roma, all’accademia Koefia di Roma e alla LaBa Firenze, scuole di formazione per guide turistiche e presso altri istituti tecnici. Ha svolto catalogazioni importanti di abiti e tessuti storici, presso il museo etnografico di Firenze e lavoro di ricerca presso il museo Pigorini di Roma e Victorian and Albert museum di Londra . Dirige un accademia di discipline metafisiche a Firenze dove insegna  storia del simbolismo e coaching sugli archetipi, con il quale ho tenuto un corso su archetipi e brand, presso Sda Bocconi a Milano .

Nata a Modena, di animo piuttosto irrequieto, mi sono laureata in Economia nella mia città natale e poi ho iniziato a viaggiare, in Italia e in Europa. Prima Berlino, poi Torino, poi Londra, dove ho conseguito un master in Business Management.

Da sempre nel settore luxury, tessile e abbigliamento, al momento mi occupo di marketing per un’azienda specializzata in denim total look. Continuo a viaggiare parecchio, mi informo, continuo ad imparare, la docenza è il mio stimolo e la mia passione.

I miei punti di forza: la curiosità e l’eloquenza. I miei punti deboli: la tenacia e la trasparenza.

Michele Ferrara, architetto e interior designer, dopo il conseguimento della laurea in Architettura a Firenze, ottenuta con il massimo dei voti, si è occupato di progettazione architettonica, interior design, retail design, exhibition design, design della calzatura, oltre ad essersi misurato con la progettazione di allestimenti scenici, in ambito teatrale e cinematografico. È da molti anni docente di Architettura di Interni presso LABA (Libera Accademia di Belle Arti) e presso l’Accademia Cappiello, a Firenze. Collabora con la facoltà di Ingegneria di Firenze, dove svolge attività seminariali nell’ambito della progettazione architettonica degli edifici industriali. La sua personale curiosità e poliedricità, lo porta a sperimentare diversi linguaggi creativi, tra cui la pittura e la fotografia.

Architetto, designer, ricercatore presso l’Università degli Studi di Firenze e docente presso la Laba Firenze.

È visiting professor in università internazionali (NUAA University/Nanjing(China) – Alzhara University/Teheran – (Iran)). PHD in Design e Tecnologia dell’Architettura ha ottenuto nel Dicembre 2018 l’abilitazione nazionale al ruolo di Professore Associato dall’ANVUR

È tutor didattico del Master di primo livello in Interior Design, direttore del Corso professionalizzante FIND Fare Impresa nel Design e direttore del Laboratorio DSR Design degli spazi di Relazione presso l’Università di Firenze.

Ha pubblicato numerosi saggi, volumi e articoli su temi di ricerca legati allo spatial design, partecipato a convegni nazionali e internazionali e coordinato workshop progettuali in Italia e all’estero. È co-direttore della collana editoriale Design Innovazione Territori per l’editore  Franco Angeli di  Milano

Vincitore di concorsi di progettazione di architettura e design è curatore di mostre e allestimenti.

È ambasciatore per il design italiano nel mondo su nomina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Piero Fragola è regista, grafico e sound designer. Dal 2004 al 2008 ha insegnato al Centro Sperimentale di Cinematografia.

È designer di Tiptop Audio, fondatore della Tiptop Audio Records, del duo We Love (Bpitch Control, Berlino) e del progetto audio visivo ANGLE, direttore artistico del MEFF di Firenze.

Ha realizzato videoclip per Raster, Pleiadi e Tiptop Audio Records, selezionati presso Mutek, Berlin Music Video Awards, Asolo Art Film Festival e Invideo. Il video MEFF 2019 ha vinto il premio Leonardo Da Vinci alla Florence Biennale.

Dal 2017, cura le riprese e le musiche del Polimoda, tra cui l’intervista a Marina Abramović.
 Ha curato il videomapping per il Comune di Pisa per la Luminara 2012.

Tra i suoi progetti: Ni1, con Virgilio Villoresi; gli ologrammi 3d per Sei Gradi della compagnia Santasangre (Roma Europa Festival); visual per Vinicio Capossela; vj per Minimono presso Museo delle Scienze e della Tecnica, Auditorium Parco della Musica, Triennale Bovisa, Elettrowave.

Diplomata Maestra d’arte all’Accademia di Belle Arti di Firenze, si forma come  Arte Terapeuta con ATI, (Art Therapy Italiana), con la supervisione della Dr.ssa Paola Caboara Luzzatto.Ha condotto gruppi di arte con pazienti psichiatrici adulti presso A.MI.G.e arte terapia in istituti penali; Gozzini, Sollicciano, (2001-05) e Istituto Penale Minorile G.P Meucci, Firenze (2002-2019).

Ha collaborato con:Dipartimento Salute Mentale Infanzia e Adolescenza, ASL 10Fi e con USSM (Ufficio di Servizio Sociale per Minorenni) con progetti rivolti ai giovani minori seguiti dai servizi in area penale esterna.

Dal 2007 promuove l’attività artistica nelle scuole primarie di Firenze con il progetto Europeo  Mus-e, International Y.Menhuin Foundation.

ed è docente del corso: ““Storia e modelli di arteterapia” alla Libera Accademia di Belle Arti (LABA)

Socio fondatore e presidente dell’Associazione PRO.G.RE.S.S sostiene l’esperienza artistica nell’area disagio.

Laureato magistrale presso il DAMS dell’Università degli studi Roma Tre ha vissuto a Roma per quindici anni occupandosi di post produzione cinematografica e televisiva. Fra le sue esperienze professionali ha collaborato con produzioni come Sky Italia, Sky Europe e l’americana HBO, lavorando con registi come Nanni Moretti, Paolo Sorrentino, con il fotografo e artista Michel Comte e molti altri.

Come video maker ha realizzato video promozionali e booktrailer per le case editrici Piemme (gruppo Mondadori) e Fazi, e ha curato una web serie per Fox Italia.

Attualmente vive a Viareggio dove si occupa di post produzione, consulenza e formazione nell’ambito dell’audiovisivo, e insegna presso L’università per Stranieri di Perugia, la LABA Libera Accademia di Belle Arti di Firenze e l’Accademia Cinema Toscana.

Giuseppe Giusto, nato a Piazza Armerina nel 1964, laureato in Architettura all’Università di Firenze, docente di “Laboratorio di Design” presso la LABA di Firenze dal 2009 e presso il Master I livello Interior design di “Materiali e tecnologie” del DIDA dal 2014. Fondatore, nel 1996, dello studio MIMESI 62 Architetti Associati si occupa prevalentemente di architettura, design e interior.

Diversi i progetti vincitori di concorso e le realizzazioni.

1° premio Progettazione Area PR8 a Viareggio, 2010,

1° premio Riqualificazione di p.zza Varlungo Firenze, 2005,

1° premio Realizzazione di un centro polifunzionale a Misterbianco, 2003;

1° premio Riqualificazione di piazza V. Veneto a Montevarchi, 2004;

1° premio Recupero dell’ex Villaggio Minatori S. Giovanni Valdarno,2004;

3° premio Riqualificazione Area FIAT v.le Belfiore Firenze, 2002,

1° premio Riqualificazione p.zza Madonna delle Grazie a Curtatone, 1998.

Olgica Glavasevic, nata a Nis, Serbia, nel 1981, dopo il diploma in Grafica pubblicitaria nel 2000, si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Firenze, laureandosi in Pittura e, successivamente, si specializza in Moda e Sartoria. È una designer poliedrica, il cui profilo multiforme è legato sia al mondo della moda sia a quello dell’arte in tutte le sue espressioni. Dal 2013 ha dato vita al marchio OG-Demi Couture per il quale realizza accessori e abiti per donna e bambina. Lavora per privati e istituzioni, collaborando con vari artisti e aziende di moda. Attraverso il colore e la decorazione handmade realizza abiti, modelli, accessori, ricamo di alta moda, costumi per teatro, illustrazioni, etichette, incisione e oggetti di design. Ricopre l’incarico di Capo modellista presso Flo, sartoria sociale che fornisce modelli esclusivi realizzati con materiali di recupero nella boutique Flo Concept di Firenze.

Andrea Gozzi, musicista e musicologo. Si specializza in musica presso l’Università Paris 8 Vincennes-Saint Denis a Parigi. Collabora attivamente con il centro di ricerca, produzione e didattica musicale Tempo Reale di Firenze. Docente di sound design presso la LABA di Firenze e coordinatore del laboratorio Lezioni di Rock e Sound Design presso il DAMS, Università degli Studi di Firenze.

Come musicista ha collaborato con artisti italiani e internazionali, dal vivo e in studio (ha all’attivo più di trenta produzioni discografiche), partecipando ad eventi come Live8 (2005) a Roma, suonando in Francia, Germania, Inghilterra, Canada.
È autore di numerosi volumi e saggi dedicati alla storia del rock pubblicati in Italia e all’estero.

Carlo Guaita è nato a Palermo nel 1954, vive e lavora a Firenze. Si è laureato in Scienze Geologiche presso l’Università di Firenze nel 1980. Ha esposto in gallerie in Italia e all’estero (Galleria Paludetto, Torino, 1988 e 1989; Accademia Britannica di Roma, 1997, Faggionato Fine Arts, Londra 1998; Galerie Bernard Bouche, Parigi, 1998, 2001, 2004).

Ha partecipato alla Biennale di Venezia (sezione Aperto 88), alla mostra Spazi 88 presso il Museo Pecci di Prato e alla mostra Corrispondenzen (Martin Gropius Bau, Berlino).

Nel 2014 ha partecipato alla mostra Lost in Landscape presso il Mart di Rovereto. Nel 2016 ha partecipato alla Quadriennale di Roma. Nel 2017 ha esposto in mostre personali alla Galleria Gentili di Firenze e alla Galleria Bernard Bouche a Parigi.

Ha pubblicato vari cataloghi con testi, tra gli altri, di Emilio Villa, Elio Grazioli, Alfredo Pirri, Saretto Cincinelli, Mauro Panzera, Denis Viva. Dal 1995 ha fondato le sue edizioni Opuscula Geographica con cui ha realizzato una Enciclopedia Incerta, tuttora in corso di pubblicazione. Sue opere si trovano in varie collezioni private e pubbliche italiane e straniere.

Lorenzo Guasti è un Ricercatore Tecnologo presso Indire (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) e studia le nuove tecnologie applicate alla Scuola, in particolare come il fenomeno dei “makers” e dei FabLab possa essere utile al miglioramento della didattica laboratoriale nella Scuola.

Come Fotografo è in attività dagli anni ’90, autodidatta e sempre in evoluzione.

Ha insegnato Fotografia Digitale in inglese e italiano per molti anni in varie scuole (Laba, Lorenzo de Medici, Scuola Internazionale di Comics, CSIAF, etc). Ha lavorato anche come Coordinatore Visual per Indire. E’ stato il Direttore del Festival Internazionale di Arte Contemporanea “Digiarte“ per 10 anni.

Sophia I. Hughes, cresciuta a Detroit e trasferita in Italia, si è laureata in Comunicazione Strategica e, ha acquisito sin da giovane capacità e competenze professionali nel mondo del business e del commercio presso varie aziende. Durante gli studi superiori e universitari ha lavorato prevalentemente come insegnante di Business English e di Inglese generico e come traduttrice di testi e traduttrice simultanea, ricoprendo tuttavia anche altri ruoli, ossia grafica pubblicitaria, relatrice pubblica nel settore politico e aziendale, creatrice di capi moda e oggettistica con marchi, addetta al settore commerciale. Oggi è docente alla Libera Accademia di Belle Arti di Firenze e presso Venere Formazione di Prato per la Regione Toscana, ma continua anche a svolgere attività di e-commerce. Alla LABA, insegna “Inglese per la Comunicazione Artistica”, “Inglese generico/professionale per Business”: ogni anno forma i suoi allievi a parlare la lingua inglese per poter entrare nel mondo del lavoro.

Si è formato come professionista a Milano, lavorando per cinque anni in prestigiose agenzie di comunicazione, occupandosi soprattutto di corporate communication per brand internazionali nei settori dell’elettronica di consumo e della finanza. Tornato in Toscana per gestire il marketing operativo di un’importante impresa manifatturiera nel settore del design, da oltre dodici anni ha intrapreso la carriera di free lance come consulente e formatore manageriale nel campo del marketing, della comunicazione e delle competenze trasversali. Accanto all’insegnamento, i suoi progetti consulenziali attuali sono focalizzati sull’allineamento strategico tra comunicazione interna ed esterna.

Matteo Innocenti è curatore, storico e critico d’arte, docente, giornalista.

Come curatore ha collaborato con musei e istituzioni (tra cui il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato, la Galleria dell’Accademia di Firenze, Le Murate. Progetti arte contemporanea), con spazi no-profit, gallerie private italiane ed estere, residenze d’artista. Tra i progetti curatoriali recenti Estuario Project Space, Carapelli for Art, A certain identity (Italia e Lituania), Conflict Correspondences e A Place to Be.

In ambito critico e giornalistico ha scritto e scrive per testate d’arte quali ATP Diary, Artribune, Exibart, Flash Art, oltre che per cataloghi e riviste.

Insegna all’interno di master a tema l’organizzazione di eventi artistici e culturali presso Palazzo Spinelli (Firenze) e Tecniche performative per le arti visive presso Laba (Firenze).

.

Laureato con il massimo dei voti e lode presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze,

svolge attività professionale indipendente come architetto e designer.

Nell’ambito della sua attività, oltre a proseguire le attività progettuali nelle quali già aveva acquisito esperienza, svolge anche analisi economiche e valutazioni per progetti di restauro, ristrutturazione e nuove costruzioni. Ha collaborato, nello staff dell’Arch. Enzo Cancellieri, al progetto per il restauro del campanile della basilica di Santa Croce in Firenze. Dal 2006 svolge attività di Consulente Tecnico per conto del Tribunale di Firenze, conseguendo particolare esperienza in incarichi di C.T.U. e stime per Esecuzioni Immobiliari. Dal 2005 al 2008 ha insegnato Teoria e Storia del Design presso il Corso di Laurea in Disegno Industriale dell’Università di Firenze. Dal 2009 insegna Industrial Design I e II presso la Libera Accademia di Belle Arti di Firenze.

Tannaz Lahiji è un’artista persiana, nata a Teheran, da padre docente d’arte e madre pittrice. Si laurea in Pittura presso la Libera Università d’Arte e Architettura di Teheran. Nel 2004 si trasferisce a Firenze dove si laurea in Arti Visive presso la Libera Accademia di Belle Arti; qui svolge da dodici anni l’attività di docente delle classi di Anatomia, Pittura e Disegno. La sua costante ricerca la porta a sperimentare nella pittura come nella performance, fino alla complessità polimaterica dell’installazione. Conta numerose mostre all’estero (Londra, Mosca, Shanghai e Darmeshtad)ed in tutta Italia, tra le quali di recente, l’esposizione “Riflessioni su Dante” nelle sedi storiche di Palazzo Vecchio,Museo Casa di Dante e Palazzo Bastogi a Firenze. Vanta collaborazioni importanti come quella con la New York University su un progetto internazionale di ricerca che correla l’arte alle neuroscienze. Ha esposto alla Biennale di Venezia 2019 in collaborazione con la Galleria Ma-Ec di Milano.

Anna Flavia Leo, diplomata presso l’Accademia di Belle Arti, ha consolidato esperienze artistiche e tecnico-professionali nell’ambito della grafica, dell’editoria, del web, in proprio e presso diverse aziende del settore.

Ha poi approfondito lo studio della modellistica manuale ed automatizzata (CAD) nel settore dell’abbigliamento, prima come studentessa e poi come docente presso POLIMODA (Istituto Internazionale Fashion Design e Marketing) di Firenze, presso LABA (Libera Accademia di Belle Arti) di Firenze e presso NABA (Nuova Accademia di Belle Arti) di Milano. In questo contesto ha sviluppato rapporti diretti con le aziende leader nella fornitura di sistemi software per il mercato di riferimento: LECTRA e GERBER TECHNOLOGY. Compiute delle esperienze presso laboratori sartoriali, ha avviato un’attività nell’oltrarno fiorentino, sperimentando creativamente il dialogo tra design, moda, arte. Si avvale, anche per la realizzazione di capi unici, della progettazione computerizzata.

Massimiliano Lisi (Macerata, 1976), risiede a Firenze dal 2005.

Si è laureato in Fotografia “Dipartimento di Arti visive e discipline dello spettacolo” presso la Libera Accademia di Belle Arti di Firenze, con tesi sulla fotografia sferico panoramica “360°+1” La fotografia Panoramica dalla nascita alle nuove applicazioni nell’arte contemporanea.

Docente e Coordinatore del Dipartimento di Fotografia presso la Libera Accademia di Belle Arti di Firenze. Insegna  Fotografia professionale 3 Anno ed Elaborazione Digitale per l’indirizzo fotografia ed Arti visive.

Le sue esperienze professionali hanno inizio nel 2001 in campo pubblicitario nel settore orafo e calzaturiero fino alle recenti pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali: Vogue, Mariclaire, Elle, Donna moderna. Tutor di “ioFotografo&Video” per Gazzetta dello Sport.

Si specializza in fotografia sferico panoramica, finalizzata a tour virtuali, architettura, nautica, repertazione in campo legale. Partecipa alla campagna fotografica progetto “Identità Visuale” con A&B photodesign, Space spa e Regione Sardegna con 130 siti archeologici e d’interesse storico e architettonico fotografati sull’intero territorio regionale fra il 2008-2010.

Consulente legale per lo Studio Legale Stefani di Firenze, partecipa come relatore ad incontri con avvocati del foro di Firenze, Pisa e Prato sulle possibilità della fotografia nell’ indagine investigativo difensiva.

Fotografo di architettura ed interni per numerose agenzie di riferimento nel settore Luxury Real Estate, vendita di immobili di pregio.

Collabora con: CNR Istituto Nazionale di Ottica Applicata Firenze, FaberSoft, Studio Legale Stefani, Map, Procter & Gamble, Pitti Immagine, Lionard Luxury Real Estate, Tod’s, Elia Maurizi.

ArchitettoDesigner, Trend Setter e Docente universitario ha articolato la propria attività      integrando ricerca, sperimentazione ed operatività. Ha progettato spazi per l’Habitat, set e Scenografie: (AreaLineapelle, Prato Expo, PittiUomo..) Ha disegnato Collezioni di Tessuti, Abbigliamento, Accessori (M.S.Elena, Viva’s, J. Novelli, Dubin, M.Campanile..) Ha operato nel settore Editoriale di Styling, Forecasting e Illustrazione (Italian Fashion Report, Tesse, Obiettivo Moda, Italia è, Tellus.) Collabora con Istituzioni Universitarie in Italia e all’Estero(Polimoda, POLIMODA s.r.l. Cunsulting, Università degli Studi Firenze, Centro de Diseno Industrial e Università ORT di Montevideo, Accademia Italiana, CERFORM, LABA, Valentino- bottega dell’Arte..) Coordina staff-ricerca Trend setting nel settore del Design e Sviluppo del Prodotto (Studio Designer’s Two-Inventa, Ecostudio, A.I.S. Associazione Italiana Stilisti, SCAM, U.S.M., E.F.D., Confindustria Ceramica, COSIF.)

 

Luca Macchi, pittore e incisore, vive e lavora a San Miniato (Pi). Sue opere sono in collezioni pubbliche e private. Tra le opere per l’Arte Sacra ricordiamo la decorazione parietale e il Crocifisso della Cappella di San Matteo Evangelista a Moriolo (1998), la parete con la Storia del furto e della restituzione della sacra immagine della Madre dei Bimbi nel Santuario di Cigoli (cm. 833×422). Tra le ultime mostre personali: Galleria La Pigna, Roma 2012; Galleria San Vidal, Venezia 2015; Palazzo Pretorio di Certaldo, 2016; Palazzo Grifoni, San Miniato, 2017; Palazzo del Pegaso, Firenze 2018; Istituto Italiano di Cultura di Tokyo, 2018. Presidente della Comm. Beni Culturali della Diocesi di San Miniato, Accademico delle Arti del Disegno di Firenze, Socio della Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato. Ha curato varie pubblicazioni tra le quali: Dilvo Lotti, un maestro della pittura, Pacini Ed., 2007; Dilvo Lotti, l’Arte e la Fede, Ed. ETS, Pisa 2008; Il Palazzo Grifoni di San Miniato Ed. ETS, 2008; Lodovico Cardi detto il Cigoli, Ed. ETS, 2013.

Gloria Marco Munuera (Spagna) ha ottenuto un dottorato di ricerca in Belle Arti-Fotografia presso l’Università RMIT di Melbourne (Australia) e si è inoltre laureata con un Master e Laurea Superiore di Belle Arti (MFA) presso l’Università Politecnica di Valencia (Spagna). Gloria ha esposto le sue opere in diversi musei e gallerie in Austria, Australia, Argentina, Italia, Russia, Giappone, Spagna, e gli Stati Uniti. Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti tra cui sono noti il Primo Premio al ‘Concorso Nazionale di Fotografia XIV di Burgos’ (Spagna), Menzione d’onore al Concorso Internazionale ‘Culture 2008’ a Madrid (Spagna), o il Terzo premio nella sezione Fine Arts nel ‘Moscow International Foto Awards’ 2014 (Russia). I più recenti premi sono il Primo Premio di fotografia nella categoria di Ritratto ‘Quijotes’ 2017 a Toledo (Spagna) e il Quarto Premio di fotografia alla ‘XII Florence Biennale’ 2019 a Firenze.

“Dopo una laurea in arti visive presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, si è specializzata in progettazione dell’interattività, architettura dell’informazione e linguaggi e programmazione Web frequentando il Master di 1° livello in Multimedia Content Design istituito dalla Facoltà di Ingegneria dall’Università degli studi di Firenze. Dal 2010 ricopre il ruolo di Web Designer presso varie agenzie di comunicazione e dal 2015 insegna Graphic & Web Design presso istituti pubblici e privati.
Appassionata conoscitrice delle strategie di web marketing, dal 2018 lavora alla Camera di Commercio di Firenze con il ruolo di Digital Consultant supportando le imprese fiorentine nel miglioramento della propria presenza online, e per sensibilizzare l’implementazione delle tecnologie 4.0 nei processi produttivi e di comunicazione delle aziende del territorio.
Periodicamente frequenta corsi di aggiornamento tenuti da Google Italia”

Andrea Mi, nato a Lecce il 22/03/1971. È laureato in Architettura alla Facoltà di Firenze e libero professionista.

Dal 1997 è giornalista di cultura e spettacolo presso Controradio. Con la stessa emittente collabora, come Direttore Artistico alla realizzazione di Festival ed eventi culturali.

È curatore di sezioni e programmi artistici dedicati alla musica e ai media digitali per festival, centri di produzione artistica, musei e gallerie. Come giornalista freelance scrive per testate musicali, quotidiani e riviste dedicate ai Media Digitali (Il Manifesto, Mucchio Selvaggio, Blow Up, Soundwall, Sentire Ascoltare, Digicult).

È docente di “Linguaggi Multimediali” e “Fenomenologia dei Media” presso la Libera Accademia di Belle Arti di Firenze. Dal 2011 al 2012 è docente di “Linguaggi Multimediali” presso la Fondazione Fotografia di Modena.

Dal 2015 collabora con l’agenzia Proclama, assieme al quale si occupa di comunicazione integrata per grandi aziende della produzione alimentare e istituzioni culturali.

Angelo Minisci, designer, ha conseguito il Diploma di Laurea in Design presso l’ISIA di Firenze; tesi sull’innovazione del cristallo di Colle Val d’Elsa, relatore Arch. Paolo Deganello.

Attualmente esercita attività di progetto ed è docente e coordinatore del Dipartimento di Design della Laba di Firenze, è stato socio fondatore dello Studio Bl@m Design & Comunicazione, ha svolto attività d’insegnamento e ricerca presso molte scuole, sulle tematiche del progetto e dell’innovazione formale:ISIA Firenze, Istituto Mediterraneo del Design, Istituto Internazionale Vetro Ricerca di Bolzano, Corso di Laurea in Disegno Industriale Firenze, ecc.. Svolge attività di consulenza in progetti specialisti, rivolti al settore del vetro sia in Italia sia all’estero. Nel campo del design ha progettato alcuni prodotti per aziende italiane ed ha svolto attività di ricerca e progetto per alcune società che si occupano di sviluppo dell’artigianato (Artex, Ice Firenze, Regione Toscana ecc.). Collabora con riviste di design, arte e artigianato. Sono stati pubblicati alcuni suoi scritti e presentati dei progetti in diverse iniziative e mostre culturali in Italia (“Abitare il tempo”, “Mostra Internazionale dell’Artigianato”, “Triennale di Milano”, Salone del Mobile, Macef ecc), ed all’estero, in Francia, Spagna, Sud America e Giappone. È membro di “Ad Arte” – Primo Osservatorio Nazionale sull’Artigianato Artistico e del Comitato Tecnico Nazionale per le Aree Artigiane della rivista “Artigianato” e della rivista D’A e Ceramica Antica e Moderna. Tra i premi ricevuti: 1990 – “Prima Biennale del Manifesto in Messico”; 1990 e 1997 – Premio “Esaedro”; 1994 e 1998 – Menzione Onorevole per il Concorso “International Luggage design fair Tooyoka (Giappone); 1998 – “Compasso d’Oro” (Milano); 2000 – Biennale Internazionale Arte applicata e Design (Roma), 2003 Premio Youg Design, 2005 -2007 Premio Vespucci Innovazione e Design regione Toscana.Premio Educational Design Florence Design Week Firenze edizione 2016, Premio Educational Design Florence Design Week Firenze edizione 2019.

Dopo aver conseguito il diploma in Arte della Moda e del Costume presso l’Istituto d’Arte di Sesto Fiorentino, sez. associata di Montemurlo, prosegue gli studi all’Università di Firenze, laureandosi nel 2006 in Progettazione della Moda, corso in Progettazione Prodotti per lo Spettacolo, presso la Facoltà di Architettura.

Dopo gli studi entra a far parte della storica sartoria di famiglia collaborando con i più importanti teatri nazionali e internazionali oltre a importanti collaborazioni con gruppi di rievocazione storica. La passione per l’insegnamento le permette di diventare docente ed esperto di settore all’interno di vari corsi di formazione promossi dalla Regione Toscana.

Dal 2017 è docente di modellistica presso la LABA di Firenze. E’ autrice, insieme a Claudio e Silverio Monaco, dei volumi “Modellistica Maschile per sartoria” e “Modellistica Femminile per sartoria”.

Annalisa Onorato Architetto. Inizia l’attività come libera professionista dopo il conseguimento della Laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Firenze creando il Laboratorio di Architettura Multimediale “elmemu.com”. Come consulente esterno realizza prodotti multimediali e di graphic design per numerosi studi di architettura, aziende private ed enti pubblici nell’ambito della progettazione architettonica, ingegneristica, del design, dell’oreficeria, della grafica pubblicitaria e della prevenzione in caso di rischio vulcanico. Dal 2008 collabora con la Libera Accademia di Belle Arti di Firenze come docente delle cattedre di Computer Graphic, Tecnologie dell’Informatica e di Informatica di Base. Impegnata nella diffusione del software libero, ha fatto parte della comunità Hackmeeting e nel Progetto Winston Smith per la diffusione di una maggiore consapevolezza legata al corretto utilizzo e utilizzo critico delle nuove tecnologie in ambito informatico con particolare attenzione alla e-privacy.

Valentin Osadcii nato il 25 gennaio 1987 a Chisinau (Repubblica di Moldavia)

Inizia il suo percorso formativo nel ambito artistico nel 1996, iscrivendosi alla Scuola d’Arte “A.  Sciusev” nella sua città natale, dopo due anni nel 1998 si trasferisce al Liceo Artistico “I. Vieru” dove studia le basi del disegno, acquarello e pittura ad olio.

Nel 2006 continua i suoi studi  all’ Università Nazionale d’Arte di Bucharest, Romania dove nel 2009 riceve il diploma di primo livello in pittura. Dopo un anno di pausa decide di proseguire gli studi universitari in Italia, nel 2010 iscrivendosi alla Libera Accademia di Belle Arti di Firenze, nel dipartimento Arti Visive – Pittura dove nel 2013 riceve il diploma di secondo livello laureandosi  con 110 e lode.

Dal 2013 comincia  a lavorare come assistente al corso di pittura del dipartimento di  Arti Visive della  Libera Accademia di Belle Arti di Firenze.

Partecipa a varie mostre ed eventi culturali in Moldavia, Romania e Italia.

Annamaria Palmisano, nata e cresciuta in Puglia, frequenta l’Università degli Studi di Bari dove consegue la Laurea in Scienze e Tecnologie della Moda.

Dopo un’esperienza professionale in un Atelier di abiti da sposa su misura, si stabilisce a Firenze, città nella quale approfondisce ulteriormente la formazione in materia di fashion e sartoria presso il POLIMODA (Istituto Internazionale Fashion Design e Marketing). Sempre a Firenze, frequenta inoltre anche corsi di grafica e web design.

Successivamente ha avuto esperienze professionali sia presso alcune sartorie della città che come fashion product designer presso l’azienda DUE s.r.l.

Attualmente è docente presso LABA (Libera Accademia di Belle Arti) di Firenze e parallelamente porta avanti progetti personali come fashion illustrator e graphic designer.

Laurea in Architettura e Dottorato di Ricerca in Progettazione Architettonica e Urbana presso l’Università degli Studi di Firenze, si occupa, fin dall’epoca degli studi universitari, di questioni inerenti la comunicazione visiva.

Professionista nel campo della grafica fin dai primi anni ’90, conseguentemente all’ottenimento del dottorato ha tenuto, in qualità di Professore a contratto, corsi di progettazione grafica presso le Facoltà di Architettura e di Lettere e Filosofia dell’Ateneo fiorentino (a partire dall’A.A. 2002-2003).

Docente presso la LABA di Firenze fin dall’A.A. 2007-2008, vi tiene corsi inerenti il lettering (Laboratorio di Graphic Design 1°) e seminari, di durata annuale, di ambito cartotecnico (collaborazioni di carattere didattico con Cartiere Fedrigoni e workshop sulla progettazione del packaging).

Nato a Vinci (FI) nel 1963. Si diploma Maestro d’ Arte, sezione Pittura, all’Istituto Statale d’Arte di Porta Romana di Firenze, poi all’Accademia Statale di Belle Arti di Firenze, nella sezione Pittura. Si è occupato (1993-2002) di arte comunitaria, pratiche di gruppo e networking art, insieme a StranoNetwork, Quinta Parete, XS2WEB e UnDo.Net. Ha lavorato sul problema del rapporto tra arte e ricerca-visibilità e accessibilità in rete, tenendo workshop e conferenze, realizzando opere in rete, scrivendo articoli e saggi su e-zine, libri e riviste; pur frequentando sempre la pittura come forma “privata” di espressione. Dal 2002 è ritornato del tutto a dipingere. Aggiorna periodicamente il suo sito http://www.parrini.net, inserendo le sue ultime produzioni: disegni, tempere grasse, tecniche miste e oli. Continua i suoi studi e ricerche sull’arte minore, popolare e outsider, realizzando mostre e scrivendo testi. Nel 2010 fonda Outarte impresa dedicata al tema suddetto.

Paolo Pecile (1943), laureato in Scienze Politiche  alla  Cesare Alfieri di Firenze, vincitore di una borsa di studio Fulbright presso la Graduate School of Public and International Affairs di Pittsburgh (Usa). Già docente di sociologia urbana presso la Facoltà di Architettura di Firenze e di antropologia culturale presso il corso di Disegno Industriale. Autore di pubblicazioni e relatore a seminari e convegni ha svolto attività di ricerca e progettazione urbana e territoriale. Si è occupato di formazione professionale, di organizzazione di impresa e di istituzioni culturali. Ha svolto ricerche sui processi di trasformazione che il turismo e il consumo inducono sulle città storiche. Ha ricoperto incarichi politici nei comuni di Firenze e Sesto Fiorentino ed è stato vice-presidente dell’aeroporto di Pisa e membro del C. di A. di quello  di Firenze.

Conclusa l’esperienza universitaria continua ad occuparsi di consumo e trasformazioni urbane, tiene  corsi nel programma di Interior Design al Master  della sede di Calenzano dell’Università di Firenze e di Graphic e Fashion design presso la sede di Firenze della LABA e infine presso la Scuola di Arte Culinaria CORDON BLEU di Firenze un corso di Antropologia dell’Alimentazione.

E’ membro della giuria del Premio Terzani istituito dall’Associazione Vicino/Lontano di Udine.

Studioso e Disegnatore del Tessuto Contemporaneo, realizza da tempo consulenze nel settore moda – abbigliamento ed arredamento per la ricerca e sviluppo di collezioni di tessuto ed accessori. Svolge studi su finissaggi innovativi ed elabora progetti relativi al prodotto tessile a partire dal filo. Promuove da sempre la sostenibilità dei prodotti tessili e ricerca con passione nuovi sistemi di riciclaggio dei materiali per l’abbigliamento. Dal 2000 Docente universitario di Scienza Tessile e Tecnologia dei Materiali presso l’Università di Firenze e successivamente presso altre scuole internazionali. Collabora con il Museo del Tessuto di Prato con il quale ha partecipato a diversi progetti europei.

Docente d’italiano (L2), dal 1981 presso il CLIDA (Centro Linguistico Dante Alighieri – Firenze) e il CLIC (Centro Linguistico Italo Calvino – Firenze), ha tenuto seminari,  in Brasile, su “Cinema italiano” e “Canzone italiana” presso la scuola Spazio italiano di Santo André, l’Università di San Paolo (USP) e il Centro Cultural Victoria di Campinas.

Ha collaborato, come consulente, alla stesura del manuale di lingua italiana Fale tudo em italiano, delle edizioni Disal – Brasile.

Da sempre appassionato di musica leggera, è autore dei testi delle canzoni dei due album della band Les Italiens (Les italiens, 2003– Verde Luna Dancing Hall, 2009) e autore dei manuali Sono solo canzonette  (1-2)– CI.ELLE.I. Ed.

Accanto all’insegnamento della lingua italiana agli stranieri e all’amore per la musica italiana  ha sempre coltivato un suo interesse del tutto speculativo per la filosofia e per la filosofia dell’arte in particolare.

Si laurea alla facoltà di architettura di firenze nel 2006 con il massimo dei voti ed il diritto di pubblicazione. Dopo aver passato il periodo universitario ad esporre in gallerie d’arte in Italia ed all’ estero le sue fotografie e sculture, si laurea con una tesi in design dal titolo “dalla forma alla materia”. In seguito alla laurea , lavora come product designer per svariate ditte sia italiane che estere, sperimentando tutti i diversi materiali e processi produttivi. Qui trova la passione per il disegno tridimensionale e lo sviluppo produttivo sia a mano che con macchinari di ultima generazione. Non manca l’ architettura e l’interior design, espressi  sia collaborando con diversi studi che personalmente, anche in questo caso non solo a livello nazionale. In questi anni il suo lavoro è riconosciuto sia da numerose pubblicazioni in riviste di settore che in libri, un esempio è “l’eccellenza italiana”del 2012. Cultore della materia appena laureato per l’Università di design di Firenze, continua insegnando anche all’estero soprattutto in Giappone, dove ha anche opere esposte in musei. Tra i vari premi è da ricordare  l'”Europe 40 under 40″, premio di design indetto  dal centro europeo per l’architettura l’arte ed il design dell’ ateneo dell’ Università di architettura ed il museo di arte contemporanea di Chicago.

Laureata all’ISIA Firenze, la sua carriera parte con una prima forte esperienza alla Gucci, vivendo quella realtà in un momento storico per l’azienda, gli anni di Tom Ford. Lavora poi come designer freelance per noti brand italiani ed esteri, per loro ricerca trends, ispirazioni, progetta collezioni. Animata da una irriducibile curiosità e voglia di cambiamento, comincia la sua carriera come docente di Fashion Design, lavora come Personal Shopper  muovendosi trasversalmente tra creatività, ricerca e formazione approdando ad una visione ampia e multiforme del sistema moda.

Dottoressa in Conservazione per i Beni Culturali. Nasce come fotografa di Scena e di Spettacolo. E’ fra i fondatori del collettivo fotografico Photowave, per oltre 10 anni è

responsabile della fotografia per Arezzo Wave Love Festival, fotografa di numerosi festival di teatro e musica. Fotografa e Photoeditor con riviste di settore e quotidiani nazionali. Realizza ritratti fotografici per promozione musicale. Si occupa di reportage, documenti storici e fotografia di carattere sociale. Collabora con associazioni fra cui Rondine cittadella della Pace , organizzazione che si occupa prevalentemente della risoluzione dei conflitti nei paesi in Guerra. E’ fra le fondatrici dell’agenzia di organizzazione eventi

www.vaegas.it. Vive ad Arezzo

Nato ad Aosta, ha studiato Statistica a Bologna, Scrittura creativa alla Holden di Torino e Bioenergetica all’AIPU Milano.

Esperto in creative coding e interaction design, opera in Anughea e insegna Metodologia Progettuale della Comunicazione Visiva del Fashion e Tecniche di Modellazione Digitale 3D1 (LABA Firenze), IoT e Interactive (IED Firenze).

Ha insegnato all’Accademia di Sanremo e collaborato con LABA Brescia e Accademia di Verona.

Co-autore dei progetti europei IAM e ViSet, ha tenuto workshop in Italia, Palestina, Egitto, Libano, Spagna, Inghilterra e Serbia. Ha esposto alla Biennale di Firenze, ad Outsider Art, ad ArtVerona e a Wired Next Fest.

Era nello staff di creative design Ovocubo di Torino e ha coordinato l’attività del Sistema informatico dell’AUSL Valle d’Aosta.

Annovera collaborazioni con Life & People Magazine e VilleGiardini, lovevda.it – portale Turismo Valle d’Aosta, Passages – rivista d’arte e poesia e alcuni Blog.

Rachele Sughi è designer, insegnante e collaboratrice culturale. Dopo aver completato le scuole medie si trasferisce con la famiglia in Australia dove studia per tre anni. Tornata a Firenze e frequenta l’Istituto Lucrezia Tornabuoni dove consegue il diploma in grafica pubblicitaria. Terminati gli studi inizia la sua esperienza nel campo del design lavorando per varie aziende. Tra il 1998 e il 2007 frequenta l’Accademia di Belle Arti di Firenze conseguendo il diploma con il massimo dei voti e la lode. Nel 2003 comincia la sua esperienza nell’ambito dell’insegnamento e inizia a collaborare con numerosi istituti di arte e design tra cui la Laba di Firenze. Approfondisce poi la sua preparazione attendendo una serie di corsi di specializzazione sulla Storia dell’Arte presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Oggi collabora con riviste del settore artistico e continua la sua attività di designer per diverse realtà di Firenze. Ha recentemente conseguito il certificato come Tecnico Qualificato Guida Turistica.

Nato ad Empoli il 4 Maggio del 1973.
Consegue il diploma di maturità  presso il Liceo Scientifico “Il Pontormo” di Empoli.
Nel 2006 si laurea con il massimo dei voti presso l’Università degli Studi di Firenze discutendo una tesi in Progettazione dell’Architettura. E’ cultore della materia nell’A.A. 2007/2008 al corso di “Teoria e Storia del Disegno Industriale II“ del Prof. Giovanni Lunardi e negli A.A. 2012/2013 e 2013/2014 nel “Laboratorio di Progettazione dell’Architettura II“ del Prof. Fabio Fabbrizzi, presso la Facoltà di Architettura di Firenze.

Dal 2000 per un decennio collabora con vari studi dell’area empolese e fiorentina, arricchendo la propria esperienza nel rilievo e restauro architettonico, nella progettazione e ristrutturazione di insediamenti abitativi e produttivi, nel recupero di parchi e giardini; ha collaborato con alcune aziende locali in ambito di design e arredamento; ha curato l’allestimento e la grafica di varie mostre promosse a livello regionale.

Dal 2009 è socio dello studio Arkithon Associati che si occupa di architettura e design.

Francesco Valtorta nasce a Catania nel 1974, trascorre la sua giovinezza in Sicilia, a Siracusa. Da sempre appassionato di arte, design, fotografia ed architettura, frequenta nel corso degli studi liceali numerosi workshop e seminari formativi che stimolano ed indirizzano la sua sensibilità al linguaggio della bellezza in tutte le sue forme. Dopo la maturità si trasferisce a Firenze, frequenta la Facoltà di Architettura dove, nel 2003, consegue a pieni voti la laurea con una tesi di progettazione sul tempo dal titolo “Waterfront dell’isola di Vulcano”, in collaborazione con il Comune di Lipari dove sono stati esposti alcuni elaborati del lavoro finale. Superato l’esame di stato e acquisita l’abilitazione all’esercizio della professione inizia al lavorare in proprio e collabora con alcuni studi Toscani. Vincitore di vari concorsi internazionali di architettura, focalizza il proprio lavoro su progetti di landscape design e arredo urbano, che lo conducono anche in Cina.

Eugenia Vanni (Siena, 1980) si diploma in Pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze per poi proseguire alla NABA di Milano con il biennio specialistico in Visual Arts and Curatorial Studies.

Tra i musei e gallerie che hanno accolto le sue mostre personali si ricorda: Museo MAN Nuoro, Museo Marino Marini Firenze, Museo Internazionale e Biblioteca della musica Bologna, Centro Espositivo Villa Pacchiani, Santa Croce sull’Arno Pisa, Galleria Fuoricampo Siena, Galleria Riccardo Crespi Milano.
Oltre ai vari premi e residenze, numerose le collettive presso musei, spazi espositivi e gallerie private in Italia e all’estero tra cui: l’Istituto Italiano di Cultura di New York, il  Santa Maria della Scala di Siena, la Galleria FuoriCampo Temporary Space, Brussels, Belgio; il Museo di Villa Croce a Genova.
Da febbraio 2016 organizza, con l’artista Francesco Carone, il Museo d’Inverno (seasonal contemporary art events) a Siena
per approfondimenti sulla biografia e sulle opere:
www.eugeniavanni.it
www.galleriafuoricampo.com
www.museodinverno.com

Docente di Fotografia 3 e di Elaborazione Digitale presso la LABA FIRENZE, dopo una triennale in Arti Visive, ha conseguito una laurea specialistica in Fotografia, con un focus sugli aspetti teorico-critici.

Attualmente, è iscritta al corso di Laurea Magistrale in Storia dell’Arte presso l’Università di Bologna, per approfondire gli aspetti semiotici del medium, dedicandosi inoltre alla ricerca nell’ambito dei rapporti tra Arte e Scienza.

Svolge poi un’attività free-lance e partecipa a numerose mostre, sia in Italia che all’estero.

Appassionata di autoproduzioni e rilegatoria, scrive testi per mostre e libri fotografici e ha partecipato a conferenze e seminari, tra i quali ”Storia della Fotografia: la ricerca junior in Italia” – a cura di T. Serena e A. Frongia.

È infine membro di SEDICI, gruppo indipendente di fotografi e studiosi di arti visive che nasce con l’obiettivo di promuovere attività riguardanti la cultura dell’immagine.

Stefano Vigni, nato a Siena nel 1981, è fotografo, editore e professore accademico. Insegna a IED Milano e LABA Firenze. Le sue immagini sono state pubblicate da La Repubblica, Le Figaro, Il Fotografo, FotoIT, La Freccia, l’Opera di Parigi e la Regione Toscana. I suoi più importanti clienti sono Anas, Arci Nazionale, Ferrovie Italiane dello Stato, Organi delle Nazioni Unite, Hugo Boss, Canon, Kairos Film, Ina Assitalia, Allianz, Segis e il Comune di Amsterdam. La sua casa editrice Seipersei di cui è fondatore ha più di 30 libri in catalogo. I suoi progetti editoriali sono stati diffusi da Domus, Il sole 24 ore, Marie Claire, Vanity Fair, Donna Moderna, SkyTG24, Rai Radiotelevisione italiana.