BIG SCREEN. I video degli allievi LABA sul grande schermo dello Spazio Alfieri.

Documentario, fiction e video musicale: sono le tre maxi categorie di “Big Screen Laba”, la prima rassegna di progetti video realizzati dagli allievi dei dipartimenti di Fotografia e Graphic Design della LABA di Firenze, andata in scena sul grande schermo dello Spazio Alfieri, a Firenze.

Diciannove, in totale, i lavori d’esame che sono stati selezionati e proiettati, tutti frutto dei corsi relativi al video e al linguaggio multimediale. Una giuria composta da tre professionisti ed esperti (Alberto Lastrucci, direttore del Festival dei Popoli; Francesco Faralli, regista e filmmaker indipendente e Vassili Spiropoulos, direttore della fotografia) ha poi stabilito i vincitori, che hanno ricevuto un attestato.

“L’idea di questa giornata è quella di sperimentare la visione dei progetti degli allievi sul grande schermo – ha spiegato il direttore della Laba di Firenze, Mauro Manetti -. Pensiamo che questo possa essere utile a tutti per valutare le potenzialità di lavori nati per la ‘semplice’ finalità di un esame. Si tratta inoltre di una opportunità preziosa per creare un’occasione di confronto tra studenti e professionisti del settore che sono qui presenti in qualità di giuria esterna alla proiezione”. L’intervento del direttore Manetti è stato seguito dai saluti dei docenti Veronica Citi (Digital video e Regia) e Piero Fragola (Video Music).

Per la sezione “Documentario” sono stati premiati due lavori ex equo: quello di Marta Guidotti per “Costanza” (il ritratto di una nonna, poetico e silenzioso, con un tocco d’autore) e dell’allievo Manuele Micheloni per “Anxiety” (la storia di una ragazza che soffre di disturbi d’ansia e che si racconta in prima persona). Per la categoria “Fiction” il primo premio è andato a Dario Tazzioli per Mamihlapinatapei (un piccolo corto su una storia di sguardi, un colpo di fulmine tra due uomini, descritto senza parole ma solo attraverso il linguaggio del corpo) mentre per la sezione “Music” è stato scelto come vincitore il progetto “Utura Utura” di Gabriele Masi (un videoclip che narra, in una sorta di viaggio onirico, una caccia al tesoro in cui il personaggio si lancia alla ricerca di oggetti lungo un percorso dal significato anche metaforico).

Durante la cerimonia sono intervenuti la consigliera regionale Titta Meucci, che ha portato i saluti della Regione Toscana, e il regista Lorenzo Corvino, candidato al David di Donatello nel 2017 e professionista di primo livello con cui la Laba collaborerà, avendo vinto il Bando ministeriale del “Cinema per la Scuola”

L’appuntamento si è concluso con la proiezione del video fuori concorso dell’ex allieva Martina Salvo, vincitrice al festival CINEMASUONO di Cervia e che prossimamente parteciperà all’International Film Festival ZOOM – ZBLIZENIA, uno dei più importanti festival di cinema indipendente della Polonia. 

         

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.