Fondazione Ferragamo alla LABA

 

Nuovo prestigioso ospite per il ciclo di incontri “Le Origini del Design”, coordinato dalla docente Chiara Mani e patrocinato da Museimpresa: il progetto – arrivato alla quinta edizione – porta in aula le testimonianze imprenditoriali di grandi marchi e focalizza l’attenzione sulla valorizzazione e la promozione del patrimonio archivistico e industriale di grandi aziende italiane.

Martedì 20 marzo, l’appuntamento sarà con la Fondazione Ferragamo. In Aula Magna, dalle 14 alle 16, Chiara Fucci parlerà di “Salvatore Ferragamo e il Design”, rispondendo alle domande e alle osservazioni dei giovani studenti. L’incontro si terrà nell’ambito dei corsi di Tecnologia dei Materiali e di Design Fashion dei professori Paolo Barboni e Cristina Cacioli e sarà l’occasione per conoscere più da vicino l’attività della Fondazione, nata il 15 marzo 2013 per volontà di Wanda Ferragamo e dei suoi figli.

La mission principale della Fondazione Ferragamo è offrire opportunità di crescita e di formazione ai giovani che intendono operare nel mondo della moda e del design e delle forme più alte e artistiche di artigianato italiano, in linea con i valori che hanno costituito la base del Made in Italy e del lavoro di Salvatore Ferragamo: la passione artigiana, l’innovazione tecnologica, la creatività e il legame con la cultura del proprio territorio. Dal 1995 l’azienda può contare anche sul Museo Salvatore Ferragamo, che sorge a Firenze, in piazza Santa Trinita. Il Museo racconta la storia di un secolo attraverso oltre 14mila calzature che, insieme a disegni, fotografie, brevetti, forme e colori, ricostruiscono la vicenda creativa di Salvatore Ferragamo dal 1927 al 1960.

Il seminario “Le Origini del Design” proseguirà alla Laba con altri tre appuntamenti: lunedì 26 marzo sarà la volta di Guzzini, giovedì 12 aprile dell’Archivio di Banca Intesa San Paolo e Lunedì 14 maggio con Galleria Campari.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.