Stefania Balocco LABA Posted Project

Il lavoro di Stefania Balocco, studentessa della LABA  di Firenze in Laurea Arti Visive al terzo anno, nasce dall’utilizzo di una tecnica particolare di impressione della pellicola fotografica.
L’utilizzo di materiale organico (farina, miele) restituisce un negativo che sfuma in una gradazione di grigio che ricorda una texture di rilievi e depressioni del terreno.
Proprio questo effetto definisce gli spazi inclusi in bordi di figure che ricordano i confini dei continenti, fino ad avere una impressione d’insieme della mappa del globo terrestre.

Fabio Cresci: “Quanto sta sotto, nel costituire determinate aree, evoca il planisfero che a sua volta rivela ciò da cui è stato generato”

Posted Projects è uno spazio espositivo che assomiglia ad una vetrina, ed è confinante con l’aula di Arti Visive della Laba. La sua particolarità è quella di trovarsi in una linea di confine ed in diretta comunicazione tra i laboratori e lo spazio esterno. Posted Project è stato pensato per accogliere un solo progetto alla volta, selezionando, con i docenti di riferimento (Fabio Cresci ed Eugenia Vanni), le opere degli studenti ancora inedite e anche in essere, realizzate all’interno dei laboratori dell’aula di Pittura, coinvolgendo gli studenti del terzo anno.

Proprio per dove è situato e per la sua morfologia, Posted project è uno spazio unico nel suo genere e simboleggia il passaggio tra ciò che è la vita all’interno dell’Accademia ed un primo approccio con il pubblico.

Contemporaneamente serve agli studenti per poter inquadrare il proprio lavoro in uno spazio diverso dall’aula e quindi per poterne verificarne le caratteristiche. È un luogo che esiste sospeso tra una dimensione ancora laboratoriale e l’altra invece più espositiva, ma che tuttavia serve da prova per completare e migliorare il lavoro.

Il nome stesso “posted” richiama il termine postare, specifico del mondo del web, proprio ad indicare un’espressione di un pensiero immediato, fresco, quasi istintivo ma anche profondo e sensibile. È l’idea dell’opera appena nata e uscita dal laboratorio e dalla mente dei giovani artisti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.