Interni di case in stile provenzale

Schermata 2015-07-15 alle 13.06.39 Schermata 2015-07-15 alle 13.06.07 Schermata 2015-07-15 alle 13.05.59 Schermata 2015-07-15 alle 13.05.47

Alla LABA, nel corso di studi in Interior Design, vengono sviluppati progetti dagli studenti che hanno un taglio specifico per valorizzare lo stile di ognuno. L’approccio mentale (mindset) è ancora più importante nella misura in cui porta all’acquisizione di un metodo che può essere riproposto di volta in volta. La conoscenza degli stili di arredamento porta ad avere delle sicurezze su cui basare il proprio.

Lo stile provenzale nasce nella parte meridionale della Francia, in Provenza, tra il mare e le Alpi. Si definisce fresco, primaverile e chic. Ideale per una casa al mare o per contesti romantici.

Uno stile rustico e classico, che può essere facilmente riprodotto anche nelle nostre case. Basta un po’ di fantasia, per trasformare un banale salotto in un luogo originale.
Le forme dello stile provenzale sono classiche e rustiche allo stesso tempo: massicce, ma anche semplici e lineari. Si possono trovare, però, anche forme più arrotondate e sinuose, ma lo stile è capace di mantenersi moderno.

La presenza di decorazioni floreali dai colori pastello può essere una costante per tutti i mobili di una stanza, ad esempio quella da letto: armadio, cassettiera, comò e la stessa testata del letto possono infatti avere un tocco di romanticismo in più che incarna pienamente lo spirito della Provenza.

Una peculiarità imprescindibile di un’abitazione provenzale prevede le imposte esterne in legno colorato: sia i colori pastello che tonalità più decise come l’arancione o l’azzurro acceso sono perfette per lo scopo, l’importante è mantenere uniformità in tutta la casa.

Le tonalità sono naturali, desaturate. Le tinte tipiche di questo stile sono l’ecrù, l’avorio, il lilla e il bianco. Le tinte sono sempre chiare, anche se si può variare su quelle più vivaci come ad esempio il giallo mimosa o il blu di prussia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.